Pronto Intervento +41 91 606 66 50

Image

Calabrone Asiatico

Tutto sul calabrone (Vespa Velutina) e come liberarsene

Descrizione della specie di vespa velutina

La Vespa velutina, conosciuta anche come “calabrone asiatico”, è una specie non nativa invasiva dell'Asia. È arrivata in Francia nel 2004 e si è diffusa rapidamente. Essendo un predatore molto efficace di insetti, comprese le api mellifere e altre specie benefiche, può causare perdite significative alle colonie di api, ad altre specie autoctone e potenzialmente agli ecosistemi.

I luoghi in cui è più probabile trovarla sono le zone meridionali dell'Inghilterra (potrebbe essere in grado di attraversare il canale dalla Francia) o in merci di importazione (come il terreno con vaso importato piante, fiori recisi, frutta e legname). Attiva da aprile a novembre (soprattutto in alta stagione agosto/settembre).

I lavoratori adulti della specie dei calabroni asiatici misurano 25 mm di lunghezza, mentre le regine sono lunghe 30 mm. L'addome è per lo più nero ad eccezione del quarto segmento addominale che consiste in una fascia gialla situata nella parte posteriore. Ha le zampe tipicamente gialle che spiegano perché è spesso chiamato il calabrone dalle zampe gialle e la sua faccia è arancione con due occhi dal colore rosso brunastro.

Vespa detta vespula germanica

Riproduzione della vespa velutina

Dopo il letargo invernale, in primavera, la regina, che di solito misura fino a 3 cm, emergerà e cercherà un'adeguata fonte di cibo zuccherino per accumulare energia per iniziare a costruire un piccolo nido embrionale o "primario". Durante la costruzione del nido, è sola e vulnerabile, ma inizierà rapidamente a deporre le uova per produrre la futura forza lavoro.

All'aumentare della dimensione della colonia e del nido, viene stabilito un nido più grande attorno al nido embrionale o si trasferiscono e si costruiscono altrove. Durante l'estate, una singola colonia, in media, produce 6000 individui in una stagione.

Da luglio in poi, la predazione dei calabroni asiatici sulle colonie di api inizierà e aumenterà fino alla fine di novembre: i calabroni si librano all'ingresso di un alveare, in attesa del ritorno dei raccoglitori. Questo è il caratteristico comportamento "hawking". Quando catturano un'ape, di solito le tagliano la testa e la portano via e si nutrono del torace ricco di proteine; la covata necessita di proteine animali che vengono trasformate in pellet di carne offerta alle larve.

Habitat: dove le troviamo

Il calabrone asiatico è originario del sud-est asiatico ed è stato probabilmente diffuso accidentalmente attraverso merci importate dalla Cina. Dalla sua prima registrazione in Francia nel 2005, si è diffuso in Spagna nel 2010, Portogallo e Belgio nel 2011, Italia nel 2012, Germania nel 2014 e Gran Bretagna nel 2016.

Il suo habitat ideale è spesso individuato in prossimità degli alveari delle api, negli alberi o nelle strutture artificiali. I nidi sono solitamente posizionati in alto in entrambi i casi, sia per gli alberi che per le strutture non naturali.

Scrivici o chiama subito +41916066650

Errore: preghiamo di inserire tutti i dati obbligatori.
Errore: preghiamo di inserire tutti i dati obbligatori.
Errore: preghiamo di inserire tutti i dati obbligatori.

Nutrizione della vespa velutina

La vespa vellutina rappresenta una vera e propria minaccia per l'apicoltura: infatti, il suo nutrimento principale preferito sono le api, per questo si insediano nelle vicinanze degli alveari. Le api, una volta catturate, sono uccise e decapitate e, poi, il loro addome funge da principale fonte di nutrizione per il calabrone asiatico.
Vespa detta vespula germanica

Impatto e danni provocati dalle vespe velutine

Il calabrone asiatico è un predatore di api mellifere, vespe e altri importanti impollinatori, come i sirfidi. L'enorme dimensione delle sue colonie (composte fino a 10.000 unità per stagione) può decimare rapidamente interi alveari. Studi in Francia hanno fatto emergere perdite di 14.000 api da miele per alveare al mese.

A causa della sua natura aggressiva e delle abitudini alimentari, potrebbe avere un grave impatto sulla biodiversità degli insetti autoctoni e sulle pratiche di impollinazione in generale. Dato che i calabroni regine sono altamente mobili e molto adattabili, c'è un forte rischio che la specie possa diffondersi rapidamente sul posto infestato, causando significativi danni economici ed ecologici.















Come tenerla lontana

La diffusione della vespa vellutina può essere arginata attraverso una segnalazione, qualora ci si trova di fronte a un nido di questa specie, al fine di eliminare le regine. Inoltre, è possibile installare delle trappole zuccherine sia vicino a casa, sia intorno agli alveari al fine di attirarvi all'interno i calabroni adulti.

In estate, queste trappole non sono necessari in quanto le vespe non sono attirate dagli zuccheri. La stagione in cui è consigliabile installare tali trappole è la primavera, periodo in cui le regine iniziano a fondare le colonie, ma anche a fine estate e all'inizio della stagione autunnale, per intercettare le regine appena nate.

Ricevi aggiornamenti e promozioni

Offerte, promozioni e notizie utili per tenrvi aggiornati su come fare manutenzione
logo_bitis.png
Disinfestatori professionisti e certificati

Indirizzi

Via alla Campagna 4, 6900 Lugano

Via Pre Mulgé 1, 6986 Curio

+41 91 606 66 50

info@bitis.ch

Certificati

© Copyright 2022 BITIS. All Rights Reserved.

Web Agency - AnySolution 

Cerca