Pronto Intervento +41 91 606 66 50

Image

Tutto sulla blatta orientale (Blatta Orientalis) e come liberarsene

Descrizione della Blatta orientale

Le blatte orientali (Blatta Orientalis) sono comunemente chiamati "insetti d'acqua", "coleotteri neri" o "scarafaggi". Questo insetto è nero lucido ed è lungo circa 3 cm. Ha le ali, ma sia i maschi sia le femmine non sono in grado di volare. Le femmine hanno piccole ali non funzionali mentre i maschi hanno ali che coprono circa ¾ dell'addome. Gli adulti sono di colore marrone molto scuro o nero.

Riproduzione della Blatta orientale

Una femmina di blatta orientale produce, in media, otto capsule di uova per vita. Ogni capsula uovo o ooteca contiene circa 16 uova che sono allineate verticalmente, due a due nella custodia. La capsula dell'uovo può essere trasportata da 12 ore a cinque giorni e quindi depositata in un ambiente caldo e riparato dove il cibo è prontamente disponibile.

Il periodo di incubazione della blatta orientale è di 42-81 giorni. La femmina non assiste i giovani della specie. Le ninfe attraversano sette mute prima di diventare adulte, il che dura circa un anno. Una Blatta orientalis adulta può vivere da 34 a 180 giorni e l'accoppiamento avviene in qualsiasi stagione.

Vespa detta vespula germanica

Scrivici o chiama subito +41916066650

Errore: preghiamo di inserire tutti i dati obbligatori.
Errore: preghiamo di inserire tutti i dati obbligatori.
Errore: preghiamo di inserire tutti i dati obbligatori.

Habitat: dove le troviamo

Vivono in luoghi umidi come scantinati e intorno agli scarichi del pavimento che drenano direttamente all'esterno; sono associati all'acqua. Questi scarichi sono usati anche come ingressi alle case, in cerca di cibo. All'esterno, vivono vicino a fondamenta, vespai, cortili e muri di sostegno. Si nutrono di scarti e materia in decomposizione.

Durante i periodi di siccità può esserci un movimento verso l'interno della casa, ma - in generale - si trovano all'aperto durante i mesi più caldi. Possono anche spostarsi all'interno se fa freddo fuori stagione.

Nutrizione della blatta

Lo scarafaggio orientale si nutre spesso di spazzatura, liquami o materia organica in decomposizione e mangia quasi tutto, anche se preferisce una dieta ricca di amido.

Ricevi aggiornamenti e promozioni

Offerte, promozioni e notizie utili per tenrvi aggiornati su come fare manutenzione

Impatto e danni provocati dalle blatte orientali

Il danno deriva dalla loro abitudine di nutrirsi e rifugiarsi in luoghi umidi e non igienici come fogne, tritarifiuti, cucine, bagni e aree di stoccaggio interne. La sporcizia da queste fonti viene diffusa dalle blatte orientali alle scorte di cibo, alle superfici di preparazione del cibo, ai piatti, agli utensili e ad altre superfici. Contaminano molto più cibo di quello che possono mangiare.

Le blatte orientali - in generale - producono secrezioni maleodoranti da vari punti del loro corpo. Tali secrezioni possono influenzare i sapori di vari alimenti. Quando le popolazioni di blatta orientale sono elevate, queste secrezioni possono provocare un odore caratteristico nella zona infestata. Nei loro corpi sono stati trovati organismi produttori di malattie come batteri, protozoi e virus.

Diverse forme di gastrointerite (intossicazione alimentare, dissenteria, diarrea, ecc.) sembrano essere le principali malattie trasmesse. Gli insetti trasportano questi organismi patogeni sulle gambe e sul corpo e depositano gli organismi su cibo e utensili mentre si nutrono. Gli escrementi e le pelli contengono anche una serie di allergeni, a cui molte persone mostrano reazioni allergiche come eruzioni cutanee, lacrimazione, congestione delle vie nasali, asma e starnuti.

Come tenerla lontana

La Blatta orientalis deposita spesso ooteche in fessure che possono essere molto difficili da trattare con insetticidi: pertanto, bisogna gestire questi insetti con spray e polveri specifiche. Una barriera chimica attorno al perimetro della casa - insieme a insetticidi applicati in luoghi specifici all'interno - aiuterà a controllare tale insetto.

L'esterno di porte, finestre, aperture dei tubi e sfiati dell'asciugatrice devono essere trattati con uno spray a lunga persistenza. Eventuali perdite dell'impianto idraulico devono essere riparate e tutti gli spazi umidi devono essere ventilati.
Le crepe nella struttura devono essere sigillate: inoltre, le foglie in decomposizione e la materia organica dovrebbero essere rimosse da finestre e porte. I bidoni della spazzatura dovrebbero essere tenuti fuori dagli habitat umidi. I sifoni di scarico, infine, devono essere tenuti chiusi.
logo_bitis.png
Disinfestatori professionisti e certificati

Indirizzi

Via alla Campagna 4, 6900 Lugano

Via Pre Mulgé 1, 6986 Curio

+41 91 606 66 50

info@bitis.ch

Certificati

© Copyright 2022 BITIS. All Rights Reserved.

Web Agency - AnySolution 

Cerca